Seo Copywriting: 3 strumenti da utilizzare per scrivere meglio online

Seo Copywriting: 3 strumenti da utilizzare per scrivere meglio online

Con il termine SEO copywriting si intende una tecnica di scrittura che mira a realizzare contenuti che siano utili e gradevoli per gli utenti. Allo stesso tempo devono essere validi e in linea con l’ottimizzazione compiuta dal SEO specialist sui motori di ricerca. Per creare questo tipo di contenuti è fondamentale conoscere una serie di tecniche, senza le quali è praticamente impossibile riuscire a farsi notare tra le milioni di pagine e siti presenti sul web.

L’obiettivo principale del SEO copywriting è proprio quello di ottimizzare e permettere a determinati contenuti di trovare un posizionamento ottimale nella SERP.

La SEO stessa per sua natura ci offre l’opportunità di utilizzare la tecnologia a nostro vantaggio. Esistono diversi tools che ci aiutano a rendere la strada meno in salita. Alcuni di questi per essere utilizzati richiedono un’iscrizione a piattaforme e sono quindi a pagamento. Oggi però esistono tanti strumenti SEO gratuiti utili allo sviluppo del proprio web marketing. Alcuni di essi, una volta scoperti, risulteranno indispensabili per la scrittura online.

In questo articolo ci concentreremo sui migliori SEO tool per la scrittura online. Questi strumenti non promettono miracoli, ma aiutano a migliorare la propria capacità di scrittura online, a individuare i migliori topic da approfondire e a limitare le imperfezioni di scrittura.

Ecco i 3 migliori strumenti SEO per copywriter da utilizzare:

#1 Google Keyword Planner

Iniziamo con lo strumento di pianificazione delle parole chiave di Google Ads, il quale può essere definito come il SEO tool per eccellenza.
Pensato per AdWords, uno dei più famosi strumenti SEM, funziona molto bene anche per l’organico, in particolare per la ricerca di parole chiave.
Con Google Keyword Planner è possibile generare un sacco di nuove idee per le parole chiave e frasi, scoprire informazioni riguardanti il volume di ricerca e il livello di competizione per i futuri obiettivi che ci si pone.
È importante sottolineare che quando si sceglie una keyword per un articolo o per il proprio sito web è importante valutare non solo il volume di ricerca che Keywork Planner ci restituisce ma anche il CPC (il costo per click) e la concorrenza (il numero degli inserzionisti).

#2 Google Trends

Con Google Trends abbiamo la possibilità di capire cosa e quando scrivere. Infatti grazie a questo strumento possiamo capire e ottenere dei dati preziosi riguardanti le tendenze in tutto il mondo attraverso delle rappresentazioni grafiche che vengono fornite dallo strumento stesso. Inoltre Google Trends può essere la soluzione giusta per organizzare il proprio calendario editoriale, proprio perché è facile capire quale sia non solo il momento più adatto per pubblicare un articolo ma anche creare una strategia e dei contenuti specifici in base alla regione di riferimento. Ad esempio se scopriamo che le la keyword “settimana mare” si concentra in particolar modo in Sardegna e Sicilia, si possono creare degli articoli appositi per quegli utenti che si muovono dalle regioni emerse.

#3 Answer The Public

Answer the public è uno di quei tool gratuiti che non puoi non utilizzare se sei un webwriter e un esperto del mondo SEO: infatti esso consente di elencare tutte le informazioni relative ai suggerimenti di Google attraverso dei grafici circolari, per la precisione a raggio. Questi grafici vengono creati attraverso una serie di domande (come ad esempio chi, cosa, quando, perché) e preposizioni (come per, con, come, senza, etc.).
Questo strumento SEO è perfetto per trovare nuovi temi e nuovi spunti da inserire all’interno dei post.

E tu quale tool usi per scrivere meglio online?

Come utilizzi questi strumenti oramai divenuti dispensabili nel mondo del SEO copywriting?
Condividi la tua opinione lasciando un commento qui sotto.